Olanda e Amsterdam, i dintorni a Sud Est. Utrecht. Cosa vedere
Home > Dintorni di Amsterdam > A Sud Est > Utrecht > Cosa Vedere                                                                            Cerca nel Sito

Utrecht. Cosa vedere

Domplein: La piazza del Duomo, circondata dai principali edifici della citta', venne ridisegnata dopo il crollo della cattedrale di S. Marino, della quale rimasero la torre isolata, il transetto e il coro (che formano la cattedrale odierna) oltre al prezioso chiostro. Domtoren: con i suoi 112 mt. e 465 gradini, e' la piu' alta torre dei Paesi Bassi, eretta in onore del potere dei vescovi del XVI secolo. Un tempo torre e chiesa erano tutt'uno, poi distrutta da una tempesta devastatrice nel 1674. Nei pressi dell'oratorio vescovile, una scala sospesa e addossata al muro, che in caso di pericolo, consentiva la fuga del vescovo attraverso una porta segreta. Al secondo piano, la sala delle 40 campane e del robusto campanone Salvator, pesante 8 tonnellate: per azionare il congegno, servivano non meno di 20 persone. Al di sopra, la torre-lantenra e il carillon, che suona ogni mezz'ora. Fu costruita nel 1321-82 a tre ordini rastremati, quadrati i primi due e ottagono il terzo, coronati da balconate gotico-fiorite e aperti da altissime polifore che ne aumentano lo slancio; racchiude la cappella vescovile e qella di Sint Egmont. Domkerk: consacrata a San martino e a San Salvatore, la prima chiesa fu costruita dal monaco irlandese Willibrod nel luogo dove sorgeva un vecchio forte romano. Quanto resta della catterale e' uno dei migliori esempi di gotico olandese; fu costruita a partire dal 1254 sui resti della chiesa precedente, distrutta da un incendio. L'elegante interno accoglie opere cinque-seicentesche: nel coro, tomba dell'ammiraglio Van Gent (1676), di R. Verhulst, e del vescovo Giorgio D'Egmont; nella prima cappella a destra del deambulatorio, si trovano la tomba gotico di Guy d'Avensnes (1317) e gli affreschi del primo Quattrocento; nel deambulatorio a sinistra, una porta lignea gotica del 1497. A sud della piazza, la Rijksuniveriteit, dal 1883-98 in stile neorinascinementale fiammingo, ingloba l'antica sala Capitolare della cattedrale. Tra quest'ultima e l'Università si trova l'antico chiostro, con tre gallerie gotico-fiammeggianti ornate di pinnacoli, doccioni e rilievi (scene della vita di S.Martino) Buurkerk: antica basilica medievale rifatta come chiesa gotica a sala nei sec. XV-XVI. l'interno ospita il Nationaal Museum van Speelklok tot Pierement. Il museo nazionale 'Dal carillon all'organo di Barberia' è dedicato alla storia della musca meccanica: di notevole interesse la collezione di organetti di Barberia. A Ovest della chiesa, al n. 17-15 della Donkerstraat, si trova lo Zoundelbachhuis, una casa con facciata gotica del 1467-68. Pieterskerk (foto): costruita in tufo nel XI secolo è una delle rare chiese romaniche sopravissute nei Paesi Bassi in cui oggi vengono ancora celebrate messe in lingua francese. La chiesa di San Pietro e' un prezioso e raro documento di architettura romanica del 1048. Presenta un'unica navata su colonne in granito rosso, con resti di affreschi dei sec XIII-XVI. Davanti al coro gotico, quattro rilievi della Passione, del 1170 circa. Sotto, si estende la grande cripta romanica a tre navate, con capitelli ornati di sculture geometriche; vi è stato sistemato il sarcofago del vescovo Burnulfo, che consacro' l'edificio. Dal 1656 è di culto protestante vallone.